Apple, App Store e iCloud down: disservizi risolti

0
Apple, servizi App Store e iTunes Store down

Tecnici Apple subito in azione

Giornata da dimenticare, quella di ieri, per Apple e milioni di utenti Apple, visto che si sono verificati numerosi malfunzionamenti relativamente all’App Store e all’iCloud. Cosa è successo? Inizialmente si ipotizzava un’incursione di hacker ma il colosso di Cupertino ha subito escluso tale congettura. I disservizi, a quanto pare, sono iniziati verso le 22 (ora italiana) ed hanno riguardato anche l’iTunes Store. Tantissimi utenti hanno iniziato ad esprimere il loro disagio sui social network. Apple aveva confermato la presenza di malfunzionamenti, esortando gli utenti a non demoralizzarsi perché i tecnici avrebbero in poco tempo risolto qualsiasi problema. Così è stato. Apple ha mantenuto la promessa.

Non sono stati pirati informatici ha causare i disservizi, ma è probabile che l’origine di tutti i problemi sia stata la previsione di aggiornamenti attinenti al mondo del Cloud. Sembra infatti che la maggioranza dei servizi in tilt si fondi sul Cloud della mela morsicata. Non è escluso che i down delle ultime ore, relativi a molti servizi Apple, siano stati conseguenza dei test effettuati negli ultimi giorni dagli esperti di Cupertino concernenti le nuove funzionalità che verranno annunciate il prossimo 13 giugno in occasione del Keynote inaugurale della Worldwide developer’s Conference 2016. Non tutti gli utenti Apple, comunque, hanno riscontrato, ieri, anomalie durante l’utilizzo di servizi come App Store e iCloud.

Insoddisfazione utenti su Twitter

Non è la prima volta che Apple viene alla ribalta per down relativi ai suoi servizi; l’anno scorso, ad esempio, molti internauti hanno avuto difficoltà con App Store e iTunes Store, specialmente in sede di download dei contenuti. L’azienda fondata da Steve Jobs, però, dopo aver confermato la sussistenza di problematiche nei suoi servizi, ha provveduto a riportare la situazione alla normalità in poco tempo. Ieri molti utenti hanno postato messaggi su Twitter per esprimere la loro insoddisfazione. Apple ha subito replicato, assicurando una tempestiva risoluzione di ogni anomalia.

LASCIA UN COMMENTO