Castiglione del Lago, Padre Uccide Figli e si Butta nel Pozzo

0
Castiglione del Lago: Accoltella Figli e si Getta nel Pozzo

Un cinquantenne di Castiglione del Lago, in provincia di Perugia, ha ucciso i suoi due figli di 8 e 13 anni con un coltello e si è, successivamente, suicidato

Dopo aver trucidato il figlio e la figlia, l’uomo si è gettato nel pozzo. A chiamare i carabinieri è stata la madre delle vittime, che è rimasta ferita. I militari sono subito arrivati sul luogo della tragedia, assieme al personale del 118. Non si conosce il motivo per cui l’uomo abbia accoltellato a morte i figli e poi si sia buttato nel pozzo.

Castiglione del Lago è ancora una volta teatro di un grave delitto, precisamente di un omicidio-suicidio. Tre anni fa, un uomo ha sparato all’anziana moglie in una villetta ubicata in via Carducci. L’omicidio avvenne in presenza della figlia della coppia. La vittima si chiamava Wanda Cagnioni ed aveva 80 anni. Il marito-omicida, invece, ha 90 anni.

L’anziano sparò alla moglie col suo fucile da caccia, nella camera da letto, e, subito dopo, avvertì i carabinieri. La coppia si era trasferita da poco in via Carducci: avevano acquistato una casa al piano terra. Il delitto, a quanto pare, scaturì dalla disperazione del 90enne, che non riusciva più a vedere soffrire la moglie, colpita da un ictus. L’anziano avrebbe voluto suicidarsi con suo fucile da caccia ma la figlia lo fermò.

La tranquilla Castiglione del Lago, incantevole località che si affaccia sul Lago Trasimeno, è stata scossa ancora una volta da un episodio di cronaca nera. Un padre ha ucciso i figli e si è tolto la vita. Perché? La tranquilla comunità umbra è scossa da un omicidio-suicidio dal movente incerto. Ogni giorno, molte persone si recano nel piccolo borgo umbro per ammirare le sue bellezze naturalistiche e architettoniche e per rilassarsi. La calma di Castiglione del Lago, ancora una volta, è stata lacerata da un terribile episodio.

LASCIA UN COMMENTO