Cocaina distrugge cellule del cervello: autofagia dopo dosi elevate

0
Dosi elevate cocaina innescano cannibalismo cellule del cervello

La cocaina favorisce il cannibalismo delle cellule cerebrali. In parole povere, quando una persona assume dosi elevate di cocaina le cellule tendono a distruggersi, iniziando a mangiarsi a vicenda

 

La scoperta è stata fatta da un’equipe di studiosi della John Hopkins University School of Medicine, dopo aver condotto un’accurata ricerca a livello murino.

Un articolo pubblicato su Telegraph recita:

“Gli scienziati hanno questi risultati dopo l’autopsia delle cavie di laboratorio, registrando chiari segni di decesso delle cellule del cervello indotto dall’autofagia dopo elevate dosi di droga”.

Non solo. I ricercatori americani hanno anche riscontrato autofagia nelle cellule del cervello di topi alle cui madri era stata somministrata cocaina durante la gestazione.

Il team di ricercatori ha anche sperimentato un farmaco che preserva le cellule nervose dall’avvio di quella specie di cannibalismo che provoca il consumo di alte dosi di cocaina. Anche questo medicinale è stato testato sui topo ma, secondo gli studiosi, è un punto di partenza per avviare una ricerca che mira alla scoperta di un farmaco che possa eliminare le conseguenze deleterie della cocaina.

Non è la prima volta che si mettono in evidenza i danni al cervello che provoca l’assunzione di cocaina. Un altro studio ha messo in evidenza che tale droga distrugge le cellule del cervello che fanno provare il piacere.

Una ragione in più per stare alla larga dalla cocaina e da tutte le droghe che, tra l’altro, causano un’assuefazione tremenda. Poche persone riescono ad uscire dal tunnel delle dipendenza dalla droga. Il professor Antonello Bonci spiegò al riguardo:

“Tutte le droghe classiche, dagli stimolanti all’alcol, alla nicotina, alla eroina, producono una ‘memoria inconscia’ nelle cellule nervose che promuovono i comportamenti di dipendenza. Col tempo questa memoria prende in mano il ‘timone’ delle decisioni quotidiane spostandole a favore del bisogno e desiderio di cercare la droga, a scapito delle altre attività quotidiane, per poi arrivare alla dipendenza patologica, dove la ricerca della droga diventa la preoccupazione principale, è l’interesse principale della persona dipendente”.

Dosi elevate di cocaina, dunque, annientano le cellule del cervello. State alla larga da chiunque voglia offrirvi tale droga, o meglio qualsiasi sostanza stupefacente. Provarla una sola volta può costarvi la vita.

 

LASCIA UN COMMENTO