Cornaredo, si tuffa nel torrente e muore

0
Cornaredo, tuffo fatale nel torrente: minore muore

Quest’estate sta mietendo veramente molte vittime. Un 14enne ha perso la vita a Milano, oggi pomeriggio. Il ragazzo passeggiava con il padre e il fratello vicino a un canale, a Cornaredo, e improvvisamente si è tuffato. Il gesto azzardato gli è costato caro. Il cadavere del minorenne è stato ritrovato dopo tre ore dai sommozzatori.

Spacconata pagata a caro prezzo a Cornaredo

In un primo momento si era detto che il ragazzino era caduto nel canale accidentalmente. No, gli investigatori hanno appurato che si è trattato di una spacconata che, però, si è rivelata fatale. Il 14enne non aveva pensato alle conseguenze del suo gesto. Sì perché nel punto in cui si è tuffato l’acqua è molto alta e ci sono molti mulinelli. Una giornata triste, oltre che caldissima, a Cornaredo. Ad avvertire i soccorritori è stato il fratello del 14enne. Una volta arrivati sul posto, i sommozzatori dei vigili del fuoco hanno iniziato a compiere accertamenti e, dopo 3 ore, hanno scoperto il cadavere del minorenne. Un ragazzino, oggi, ha pagato con la vita una spacconata. Il papà e il fratello non hanno avuto il tempo di fermarlo perché si è tuffato nel torrente improvvisamente, senza alcun preavviso.

Punto dove si è tuffato pieno di chiuse e mulinelli

I parenti del 14enne, di etnia rom, sono affranti. La tranquilla Cornaredo, oggi, è stata scossa dalle urla della mamma di un ragazzino che pensava di rinfrescarsi in un torrente. I vigili del fuoco hanno detto che nel punto in cui si è tuffato il 14enne l’acqua è particolarmente alta, e inoltre vi sono molti mulinelli e chiuse. C’è stato un notevole dispiegamento di soccorritori e forze dell’ordine per ritrovare il minore ma tutto è stato vano. Il corpo esanime è stato rinvenuto dai vigili del fuoco: si trovava a una profondità di circa 5 metri. Il giovane non pensava che sarebbe stato inghiottito da un mulinello; invece, la cautela non è mai troppa davanti ai corsi d’acqua.

LASCIA UN COMMENTO