Eliminare un anno di scuole medie: proposta choc di Roberto Cingolani

0
Scuole medie: taglio di un anno servirebbe?

L’Italia dovrebbe equipararsi ad altre nazioni europee in numerosi settori, tra cui quello scolastico. Secondo molti, un anno delle scuole medie inferiori dovrebbe essere eliminato per conformare il ciclo didattico italiano a quello di altri Paesi. Lo pensa anche Roberto Cingolani, direttore dell’Istituto italiano di tecnologia.

Ieri, 4 luglio 2016, Roberto Cingolani ha incontrato a Genova una rappresentanza di parlamentari, in visita all’Istituto, ed ha proposto loro di tagliare un anno delle scuole medie inferiori in modo da permettere ai ragazzi italiani di entrare prima nel mondo del lavoro. Secondo il direttore dell’Istituto italiano di tecnologia “è meglio avere un giovane in grado di lavorare a 17 anni e mezzo che 18 e mezzo. Inoltre la nostra università ha troppa burocrazia… Tagliando un anno di medie si eliminano ridondanze”. Proposte simili, mirate a ridurre il numero degli anni di scuola, sono state fatte spesso in Italia. L’anno scorso, ad esempio, lo stesso ministro Giannini ha affermato che i ragazzi dovrebbero concludere le scuole superiori a 17 anni e mezzo. Chissà perché vengono avanzate tali proposte? Si vuole migliorare la qualità della didattica o mettere in condizione in ragazzi svogliati di entrare prima nel mondo del lavoro? Molti hanno insinuato che tali piani sono solo mirati a fare tagli: un anno in meno, infatti, comporta un forte risparmio per lo Stato. Pensate poi alle ripercussioni sulla classe docente e sul personale ATA (licenziamenti, riduzione dell’orario di lavoro, etc.).

Voi condividete il pensiero di Roberto Cingolani? Vorreste anche voi tagliare un anno delle scuole medie? Cingolani ha asserito che gli italiani che lavorano o studiano all’estero vengono sempre colpiti dalla giovane età dei neolaureati stranieri. In sostanza, in Italia ci si laurea molto più tardi rispetto alle altre nazioni, e ciò dipende anche dalla durata del ciclo di studi. Favorevole a tagliare un anno alle scuole medie inferiori è anche Luca Costi, segretario della Confartigianato Liguria:

“Ridurre da 8 a 7 anni il ciclo medie-superiori è un tema importante su cui si può discutere, ma l’aspetto importante è la preparazione degli studenti che deve passare anche da un maggiore coordinamento tra mondo della scuola e del lavoro… Bisogna concentrarsi su come si sviluppano gli anni di studio perché se ci si limita solo a tagliare un anno senza modificare i percorsi di studio il problema non si risolve”.

Alcuni insegnanti, comunque, sono contrari alla riduzione di un anno delle scuole medie in quanto sarebbe meglio prima cambiare il sistema e il mondo del lavoro. Si rischierebbe cioè di avere disoccupati di 17 anni e mezzo invece di 18 e mezzo.

LASCIA UN COMMENTO