Emma promuove “Adesso”, instore tour iniziato: “Sono cambiata moltissimo”

0
Emma, instore tour

Emma Marrone torna con un nuovo disco di inediti, “Adesso”, a distanza di qualche anno dal grande successo “Schiena”. Stavolta l’artista salentina è anche produttrice del suo lavoro, circostanza che l’ha molto aiutata.

Adesso Emma è impegnata in un instore tour che farà tappa in numerose città italiane, come Roma e Caserta. Qualche giorno fa, l’artista ha deliziato i fan e i giornalisti a Milano. Nel corso di una lunga intervista, Emma ha detto:

“Sono effettivamente una persona diversa, sono cambiata moltissimo anche perché posso dire che ogni giorno io scopra una Emma diversa. D’altronde credo la vita sia una continua evoluzione, e ne ringrazio il cielo altrimenti probabilmente mi annoierei moltissimo, di me stessa in primis. Anche Adesso è perciò un disco diverso, più pensato, vissuto, con tantissime contaminazioni cantautorali, e tanta elettronica, ma anche grunge, rock e suoni che ottengono il loro reale valore solo se messi in relazione a quanto tempo mi abbia effettivamente preso questo progetto. È stato un lavoro di anni, fatto con tanto amore, coerenza e senza presunzione. Un periodo, questo, che mi è servito davvero per ritrovare la vera me, per capire il senso di ciò che stessi facendo e per far sì che tutte le cose, anche grazie al produttore Luca Mattioni, fossero al loro posto…”.

Emma, con “Adesso”, ha iniziato un nuovo percorso musicale: non è più solo una cantante ma anche una produttrice. I testi del nuovo disco sono stati scritti da molti artisti, non solo dalla cantante pugliese, come Giuliano Sangiorgi dei Negramaro e Giovanni Caccamo.

“Non c’è stato niente di forzato, le collaborazioni con questi autori sono nate in maniera molto naturale, spontanea. Partendo dal presupposto più importante: fare una canzone bella, che dicesse qualcosa e soprattutto che potesse avere delle connessioni con me che le dovevo interpretare”, ha detto Emma durante un’intervista rilasciata all’AdnKronos.

LASCIA UN COMMENTO