Insegue ladri e finisce in tromba scale: carabiniere Gianluca Sciannaca muore

0
Carabiniere cade nella tromba delle scale e muore: addio a Gianluca Sciannaca

Morire per servire la collettività e assicurare sicurezza e ordine pubblico. Un carabiniere 41enne, Gianluca Sciannaca, è morto ieri a Ramacca (Catania) dopo la segnalazione di un furto in un appartamento

Sciannaca, appuntato scelto dei carabinieri, era arrivato assieme ad altri due colleghi presso una palazzina in via Giusti dove, secondo la segnalazione, dei ladri erano entrati in un appartamento. Un appuntato è rimasto davanti all’ingresso dell’edificio; Sciannaca e il maresciallo, invece, hanno iniziato a perlustrare l’appartamento dove erano entrati i ladri, presumibilmente due. I carabinieri, dopo aver constatato che qualcuno aveva cercato di aprire la cassaforte, si sono messi alla ricerca dei furfanti e sono arrivati fino al solaio. Sciannaca si è messo su un lucernaio di vetro che ha ceduto, finendo nella tromba delle scale. Il carabiniere ha fatto un volo di 12 metri ed è stato subito trasportato all’ospedale di Caltagirone ma è morto durante il viaggio. Il militare non era sposato e non aveva figli: lascia padre, madre, fratello e sorella.

I funerali dell’ennesimo appartenente delle forze dell’ordine che muore in servizio si svolgeranno domani, alle 12, presso la Chiesa di San Benedetto di Militello Val di Catania. Saranno presenti, tra gli altri, il comandante generale dell’Arma dei Carabinieri Tullio Del Sette e il prefetto di Catania, Maria Guia Federico.

Gioacchino Alfano, sottosegretario alla Difesa, ha espresso il suo cordoglio per la morte del carabiniere Gianluca Sciannaca durante l’inseguimento dei ladri:

“Siamo vicini alla famiglia del carabiniere che, purtroppo, ha perso la vita a Catania nel corso di un sopralluogo dopo una rapina. Un tragico incidente che dimostra come le nostre forze dell’ordine sono costrette ad affrontare mille difficoltà per assicurarci un servizio sempre efficiente. A loro va tutto il nostro rispetto come cittadini e come italiani”.

Anche noi ci stringiamo attorno al dolore dei parenti di Gianluca, un uomo che ha onorato fino alla fine la sua divisa, proprio come fece Salvo D’Acquisto a Torrimpietra.

LASCIA UN COMMENTO