Isis: al-Afri ucciso durante raid, braccio destro al-Baghdadi

0

Brutto colpo per l’Isis. Ucciso in un raid il braccio destro del califfo al Baghdadi. Parliamo di Abu Alaa al-Afri. Il 50enne è morto nei pressi della moschea di Tal Afar, a Mosul.

La notizia è stata riportato dal Ministero della Difesa iracheno e confermato dal Governo. La BBC ha provveduto a divulgare il video dell’incursione nel corso della quale è morto il braccio destro di al Baghdadi.

Gl States avevano posto una taglia di 7 milioni su al-Afri, visto che era stato annoverato nella lista dei terroristi più ricercati. La somma sarebbe stata devoluta a chi avesse fornito informazioni utili per individuare e arrestare il pericoloso terrorista. Una settimana fa era stata diffusa dalla radio nazionale la notizia della morte del califfo al Baghdadi e del contestuale giuramento di fedeltà ad Abu Ala al-Afri dei componenti dell’Isis.

Il Ministero della Difesa iracheno ha anche dichiarato che nel raid odierno non è stato ucciso dolo al-Afri ma anche molti membri dello Stato islamico, raggruppati nella Moschea dei Martiri. Il consigliere del governo iracheno Hisham al Hashimi aveva asserito che al-afri era molto più arguto del numero uno del califfato: “E’ più importante, intelligente e con relazioni più solide di al-Baghdadi. E’ un bravo oratore ed ha un grande carisma. Per questo tutti i leader di Daesh, ritengono che abbia più saggezza e capacità di leadership e amministrazione di al-Baghdadi”.

Non si sa molto della vita di al-Afri. E’ certo che era un insegnante e il numero due dell’Isis; insomma un vero punto di riferimento dello organizzazione terroristica, visto che metteva in contatto lo sceicco con le autorità locali e tribali. Dopo il ferimento di al-Baghdadi, avvenuto a marzo durante un raid aereo, un altro colpo è stato inferto all’Isis che, ora, inizia seriamente a vacillare.

Chi succederà ad al-Baghdadi ora che al-Afri è morto? I due papabili sono al-Anbari (ex generale di Saddam Hussein) e Luqman (attuale governatore di Raqqa). La designazione avverrà tra qualche giorno, anche perché al-Baghdadi è gravemente ferito e incapace di muoversi.

LASCIA UN COMMENTO