Licenziamento legittimo se dipendente usa casella posta elettronica aziendale

0
Licenziamento legittimo per dipendente che usa casella email aziendale

Molti dipendenti navigano in Rete col pc dell’ufficio. Usare la mail aziendale per fini personali, però, può costare il posto di lavoro. Secondo la Corte europea dei diritti umani, infatti, un’azienda può licenziare l’impiegato che sfrutta la casella di posta elettronica aziendale per scopi che esulano dall’attività lavorativa

 

La Corte europea dei diritti umani è stata chiara in merito: il dipendente può essere licenziato immediatamente se ‘beccato’ dal datore di lavoro ad usare la casella di posta elettronica della società per fini personali. Il caso è scoppiato dopo che un romeno aveva proposto ricorso dinanzi alla Corte di Strasburgo perché il datore di lavoro l’aveva licenziato dopo averlo sorpreso ad usare la casella email di Yahoo! per inviare posta ai suoi parenti.

Il romeno aveva lamentato un’indebita violazione della privacy da parte del datore di lavoro. I giudici di Strasburgo, invece, hanno dato ragione all’azienda romena, giustificando con queste parole il rigetto del ricorso:

“Non è irragionevole che un’azienda voglia verificare che i dipendenti portino a termine i propri incarichi durante l’orario di lavoro”.

La Corte dei diritti umani ha sottolineato che l’azienda romena non ha violato la privacy del dipendente perché è entrata nella casella email di Yahoo! certa che racchiudesse solo messaggi di tipo commerciale.

 

LASCIA UN COMMENTO