Moglie infedele? Come scoprirlo

Moglie infedele? Come scoprirlo

0
infedeltà

Il tradimento coniugale è sempre più frequente, c’è chi da la colpa ai social network, chi all’educazione delle nuove generazioni o all’incapacità di impegnarsi per far funzionare un matrimonio. Comunque la si veda è innegabile che il numero di traditori e traditrici sia sempre più rilevante.

Molti mariti dubitano della fedeltà della loro moglie, ma come possono scoprire se i loro sospetti sono fondati? Per prima cosa bisogna cercare di entrare nella testa di chi tradisce e di capire che non tutti gli infedeli sono uguali, ne esistono almeno tre differenti categorie, i traditori seriali, quelli paralleli e quelli occasionali. I traditori seriali hanno la tendenza a trasgredire ripetutamente e magari ad avere anche più relazioni extra coniugali in contemporanea. Alcuni traditori operano come veri e propri collezionisti di relazioni e rapporti, mossi da un istinto irrefrenabile.

A far parte di questa categoria sono – anche se forse si tende a pensare diversamente, soprattutto le traditrici di genere femminile. Gli uomini rientrano invece spesso nella categoria dei traditori paralleli, si rivelano dei calcolatori attenti e gestiscono, oltre al rapporto con la partner ufficiale una o più relazioni, prestando grande attenzione a non farsi scoprire.

Infine, ci sono i traditori occasionali, i più difficili da riconoscere e individuare. Potenzialmente ognuno di noi può tradire. Capita che una donna incontri un uomo, magari sul luogo di lavoro o in palestra e che da una simpatia si passi ad un’amicizia e in alcuni casi a consumare un tradimento.

Quando il tradimento è occasionale non è difficile notare dei segnali, ma come essere sicuri al 100% del tradimento di una moglie?

La difficoltà di scoprire un tradimento dipende anche dalla città in cui si vive. Più facile in piccole realtà, ma immaginiamo di vivere in città grandi come Roma. Una soluzione piuttosto classica, ma senza dubbio efficace è quella di affidarsi a un investigatore privato a Roma.

Potrebbe venire la tentazione di spiare la propria compagna, magari mettendo sotto controllo il suo smartphone con apposite applicazioni che sempre di più spopolano in rete, ma questa violazione della sua privacy può avere conseguenze serie, oltre a minare la fiducia, ci possono anche essere strascichi legali. Con la privacy non si scherza.

Come è meglio agire e che cosa va invece evitato se si sospetta un tradimento

Se si sospetta un tradimento, la cosa di cui si ha più bisogno sono prove certe dello stesso. Non è facile, ma diventa fondamentale mantenere la calma, non bisogna assolutamente farsi sopraffare dalle emozioni, che possono offuscare il nostro giudizio e spingerci ad azioni decisamente sciocche.

Un tradimento non è mai un fatto piacevole, molti cedono alla tentazione di indagare in autonomia, sfruttando ad esempio la localizzazione dello smartphone. Pedinare una persona o mettere sotto controllo il suo telefono può avere gravi ripercussioni.

Inoltre nella nostra legislazione prove raccolte violando la privacy altrui non sono utilizzabili in sede legale. Non tutti sanno poi che improvvisarsi investigatori può veramente costare caro, l’articolo 615 Bis del Codice Penale prevede infatti fino a 4 anni di condanna per chi viola la privacy altrui. L’importanza di rivolgersi ai professionisti, ovvero a investigatori privati riconosciuti è fondamentale.

Tutto il materiale che viene fornito al cliente dagli investigatori privati e la loro relazione finale, sono utili per poter ottenere un assegno di mantenimento, l’affidamento legale dei figli e prove utilizzabili in sede di divorzio. Diventa quindi molto importante affidarsi ad un professionista che potrà darci prove fotografiche incontrovertibili di un’eventuale relazione extra coniugale.

Con le prove in mano potremmo fare il passo successivo, affrontare la traditrice e valutare se tentare di salvare il matrimonio o optare invece per una separazione. Naturalmente si potrà anche scoprire che i sospetti erano del tutto infondati e in quel caso proseguire la propria vita di coppia senza il peso del dubbio e senza il rischio di farsi scoprire mentre si effettua un maldestro pedinamento fai da te.