Texas, mongolfiera come palla di fuoco: 16 vittime

0
Texas, mongolfiera cade: 16 vittime

Una mongolfiera ha preso fuoco e si è schiantata al suolo. E’ successo in Texas, negli Usa. Le 16 persone che si trovavano sul pallone aerostatico hanno perso le vita. E’ probabile che il disastro sia stato dovuto al contatto con i fili dell’alta tensione.

Mongolfiera come palla di fuoco

Mai, finora, in Texas era avvenuto un dramma di questo tipo. E’ stato l’ufficio dello sceriffo locale ad annunciare che nessuna, delle 16 persone a bordo della mongolfiera, si è salvata. La tragedia è avvenuta a Lockhart, una località poco distante da Austin. Secondo alcuni testimoni, il pallone aerostatico è diventato una sorta di palla di fuoco prima cadere a terra. Alcune persone che vivono a Lockhart hanno riferito di aver notato una “sfera infuocata” in prossimità dei cavi elettrici; poi quella palla si è schiantata al suolo.

Il Texas è sconvolto per un episodio tragico e anomalo. Le vittime potevano essere di più se solo la mongolfiera fosse finita in un centro maggiormente abitato. Pare, invece, che si sia schiantata al suolo nei pressi di un’area dove pascolano mucche e pecore. Sul luogo dell’incidente sono arrivati, subito, oltre alle forze dell’ordine, anche gli uomini della Federal Aviation Administration e il personale sanitario. Non si sa ancora cosa possa aver causato la tragedia. Si escludono, comunque, le condizioni meteorologiche. L’ipotesi più accreditata è quella dello scontro con i tralicci della corrente elettrica.

Le indagini per scoprire la causa del dramma in Texas sono state avviate. Non si esclude un problema tecnico a bordo del pallone aerostatico.

Governatore del Texas desolato

Desolato per quanto accaduto nei cieli di Lockhart anche il governatore del Texas, Greg Abbott, che ha parlato di “tragedia straziante”. Abbott ha offerto le sue condoglianze a tutta la cittadina poco distante da Austin:

“I nostri pensieri e preghiere sono per le vittime e le loro vittime, così come per la comunità di Lockhart”.

 

LASCIA UN COMMENTO