16enne ubriaco picchiato a Ostuni: è figlio primario romano

0
Ostuni, 16enne romano aggredito

Un 16enne di Roma è stato picchiato a Ostuni, dove stava trascorrendo le vacanze insieme ai suoi genitori. Non è ancora chiara la dinamica dell’episodio. Si sa solo che il minorenne è stato ritrovato per terra, senza sensi, con numerose ferite.

Dramma al villaggio turistico Valtur di Ostuni

Adesso il 16enne romano lotta tra la vita e la morte nel nosocomio Perrino di Brindisi. I medici gli hanno riscontrato un forte trauma al capo e un’emorragia cerebrale. Il personale sanitario sta facendo il possibile per salvare la vita al ragazzo romano, figlio di un noto primario della Capitale. Il giovane, secondo le prime indiscrezioni, è stato ritrovato in uno dei viali del villaggio turistico Valtur di Ostuni, meravigliosa località in provincia di Brindisi. I medici hanno definito “drammatico” il quadro clinico del 16enne.

16enne aveva bevuto alcolici durante festa a Ostuni

Il ragazzino è stato ritrovato alle 4 di stamane da alcuni turisti, che hanno subito chiamato la Polizia e il personale sanitario. Il pm Iolanda Chimienti sta cercando di fare luce su una vicenda che presenta ancora molte zone d’ombra: ad esempio, che cosa ha fatto il minore dalle 23 (ultima volta che ha sentito il padre) alle 4?

I dottori dell’ospedale di Brindisi hanno scoperto che il 16enne romano aveva bevuto alcolici, probabilmente durante la festa a cui aveva partecipato con i suoi amici. Proprio questi sono stati sentiti, nelle ultime ore, dal pm; oltre ovviamente ai genitori e ai dirigenti della struttura turistica.

Il trauma alla testa e le numerose ferite alle mani e al corpo fanno intuire che il giovane sia stato aggredito. Ma da chi? Gli inquirenti, comunque, non escludono nessuna pista.

Il padre del minorenne, famoso medico di Roma, ha riferito che il figlio gli aveva detto che si sarebbe recato, assieme ad alcuni amici, a una festa di fine vacanze. Proprio oggi, infatti, il ragazzino sarebbe dovuto tornare nella ‘città eterna’ coi genitori.

LASCIA UN COMMENTO