Parma fallisce: debiti superiori a 218 milioni, inizia nuovo corso

0

Il giudice Pietro Rogato ha dichiarato il fallimento del Parma Fc, nominando contestualmente 2 curatori, Angelo Anedda e Alberto Guiotto. Fa riflettere il ‘buco’ del club, pari a oltre 218 milioni di euro. Ora la squadra dovrà cercare di arrivare a fine stagione.

“I creditori hanno insistito con la loro richiesta di fallimento, il Procuratore della Repubblica anche. Il Collegio Sindacale che è rappresentato dalla mia persona, depositando una memoria del proprio operato, ha concluso con una non opposizione alla richiesta di fallimento“, ha dichiarato Osvaldo Riccobene, componente del collegio sindacale del Parma Fc oggi.

Riccobene, dopo essersi recato a Collecchio, si è rivolto allo staff del Parma con queste parole: “Ho risposto alle loro domande, ho illustrato la posizione in cui si trova la società in questo momento. C’è stata una partecipazione molto sentita. Ai giocatori ho detto che da questo momento c’è quella positività che negli ultimi mesi non c’è stata, quindi devono vedere questo come un momento positivo, un modo per ricominciare in una fase un po’ più normale”.

LASCIA UN COMMENTO