Passa 200 giorni in carcere “in più”: saranno scontati dalla prossima pena

0

Caso incredibile che viene riportato da “TgCom” che cita un resoconto del “Quotidiano Nazionale”, scondo cui, un uomo di origine marocchina, condannato per furto e resistenza ad una pena di 8 mesi e 20 giorni di galera, ha trascorso 208 giorni di carcere “in più” rispetto alla sua condanna.
Un errore che sembra essere frutto di una duplicazione del suo nome nel database dell’Istituto Penitenziario, evidenziato anche dall’Ufficio Esecuzioni della Procura di Milano.

Un errore, per riparare al quale il Pm milanese ha optato per una considerazione che ha dell’incredibile: “Il condannato ha sofferto un periodo di carcerazione in eccesso pari a” e qui il dato è lasciato in bianco, dopo di che continua “fungibile per altro procedimento”.
Insomma il periodo di carcere fatto “in più” da questo detenuto, fungerà quindi da “bonus”, per un eventuale altro reato, che dovesse commettere in futuro!

Michela Galli

LASCIA UN COMMENTO