Primo Brown stroncato da grave malattia: rap in lutto

0
Primo Brown è morto: leader Cor Veleno

Il mondo del rap è in lutto per la morte di Primo Brown, al secolo David Berardi, rapper 39enne molto conosciuto e apprezzato. L’artista è stato stroncato da una lunga malattia, a Roma, la sua città

 

Il rap era la vita per Primo Brown, fondatore dei Cor Veleno, band con cui aveva inciso 5 dischi. Il rapper 39enne aveva tanti progetti, ma il destino non gli ha permesso di realizzarli. Il leader dei Cor Veleno iniziò a farsi notare nel 1993, durante il Zulu Party al Palladium di Roma.

Primo Brown ha reso nota, un anno fa, a tutti i fan, la sua difficile condizione. Una terribile malattia lo aveva colpito. L’artista scrisse su Facebook:

“Devo affrontare un viaggio difficile che non so dove porta, e come ritorna indietro, devo solo farlo”.

Sui social, Facebook e Twitter in primis, stanno arrivando tantissimi messaggi di cordoglio per la morte di Primo Brown. Sulla pagina Facebook dei Cor Veleno, gruppo che il compianto rapper romano fondò con Grandi Numeri e il dj Squarta, sono state pubblicate le seguenti parole, poche ma significative:

“Ciao frate'”.

Hanno voluto esprimere la loro costernazione per la morte di Primo Brown anche molti esponenti del rap italiano, come Piotta, 99 Posse, Emis Killa e Fabri Fibra.

Il 2016 è iniziato male, dunque, per il rap italiano. Primo Brown era molto conosciuto ed aveva contribuito al successo dei Cor Veleno, band che nel 2005 fu portabandiera dell’Italia allo Splash!, noto festival tedesco. Il gruppo aprì anche il Buon sangue tour di Jovanotti.

L’ultimo album di David è “El micro de Oro” (2014), realizzato insieme a Tormento dei Sottotono. Una brutta malattia ha stroncato la vita e la carriera di uno dei più bravi e poliedrici rapper italiani.

“Riposa in pace Primo Brown. Non ci si conosceva ma ti rispettavo una cifra. Life is a bitch”, ha scritto Emis Killa.

LASCIA UN COMMENTO