Ravenna, vendono figlia per debiti: 37enne la sposa

0
Ravenna, 12enne venduta dai genitori per debiti

Una ragazzina di 12 anni, residente a Ravenna ma originaria del Bangladesh, era stata venduta dai genitori, due commercianti, a un connazionale 37enne per onorare un debito di 30.000 euro. L’uomo che ha sposato la minorenne, nel 2006, è stato condannato a 8 anni di reclusione; i genitori della ragazzina, invece, a 3 anni.

Ragazzina ha denunciato abusi

Una storia incredibile quella avvenuta a Ravenna. Il 37enne, senza remore, aveva acquistato e sposato una 12enne, figlia dei suoi debitori. Non solo, dopo le nozze, l’uomo abusò sessualmente della ragazzina. Questa, però, dopo qualche anno si fece coraggio e denunciò tutto quello che aveva subito fino ad allora. Il 37enne è accusato di abusi sessuali e i genitori della 12enne di maltrattamenti in famiglia. Un’altra deprimente storia di abusi sui minori. In Italia e nel mondo, ogni giorno, vengono sottoposti ad angherie e violenze troppi minorenni. Qualche mese fa, venne alla ribalta la storia di una 12enne abusata da uno zio e un amico di famiglia. I genitori della giovane erano al corrente delle violenze, anzi erano proprio loro che la obbligavano a prostituirsi, in cambio di cibo e bevande. La famiglia della ragazzina era povera e per vivere si affidava allo zio della ragazzina e a un amico. Questi due, però, in cambio degli aiuti volevano consumare rapporti ‘intimi’ con la piccola. Il padre e la madre della 12enne mettevano a disposizione dei due orchi la cameretta della figlia per soddisfare i loro istinti primordiali. La storia è venuta alla luce grazie alla denuncia di una parente della minore che, un giorno, aveva letto sms alquanto ‘spinti’ ricevuti dai due pedofili, ovvero lo zio e l’amico di famiglia. La donna segnalò subito la vicenda alla Polizia e gli agenti, in men che non si dica, effettuarono numerosi accertamenti ed arrestarono gli orchi. Il padre e la madre della vittima degli abusi, invece, sono finiti ai domiciliari.

LASCIA UN COMMENTO