Ricercatori francesi testano antidolorifico a base di cannabis: volontario muore

0
Francia, trial clinico finisce in tragedia

Sperimentare un nuovo medicinale e danneggiare la salute di diverse persone. Non è la trama di un nuovo film ma quello che è avvenuto in un laboratorio privato di Rennes, in Francia

 

Un team di ricercatori francesi aveva reclutato un gruppo di volontari per testare un antidolorifico a base di cannabinoidi ma, evidentemente, qualcosa non è andato per il verso giusto: uno dei volontari è in stato di morte cerebrale e 5 sono ricoverati nell’ospedale universitario di Rennes.

La notizia arriva proprio quando in Italia si discute sulla depenalizzazione della cannabis per scopi terapeutici. La drammatica notizia della sperimentazione nociva avvenuta in Francia è stata resa nota proprio dall’esecutivo transalpino.

Marisol Touraine, ministro della Sanità francese, è addolorata per quanto avvenuto nel laboratorio, assicurando che farà il possibile per individuare i responsabili. Certo, si tratta di una notizia che sconcerta perché a condurre il test erano ricercatori della Biotrial, azienda che ha tanti anni d’esperienza sulle spalle.

I volontari erano 8, ma a due si essi era stato inoculato placebo. Ebbene, proprio questi due non hanno accusato malori. Episodi del genere sono rari.

Ogni anno molte persone, come studenti, diventano volontari per trial clinici. Si tratta spesso di soggetti che hanno bisogno di denaro. E’ capitato, però, che i farmaci in fase di test abbiano procurato seri danni ai volontari. La 26enne americana Ellen Roche, ad esempio, perse la vita nel 2001 dopo aver preso parte alla sperimentazione di un farmaco contro l’asma.

 

 

LASCIA UN COMMENTO