Scandiano: bimba nata morta, gravidanza normale

0
Neonata morta al Magati di Scandiano

Bisognerà compiere certamente numerosi accertamenti all’ospedale Magati di Scandiano (Reggio Emilia) dove ieri pomeriggio una donna ha dato alla luce una bimba morta. I medici del nosocomio non sono stati in grado di salvare la neonata. La madre, residente a Fiumalbo, è fuori pericolo ed attualmente è ricoverata presso l’ospedale Santa Maria Nuova di Reggio Emilia. Una nota diffusa dall’Ausl recita:

“Purtroppo tutte le manovre di rianimazione neonatale messe immediatamente in atto dai sanitari sono risultate vane. Si è trattato di un evento tragico che ha profondamente colpito e addolorato il personale dell’ospedale, anche perché la gravidanza della madre si era svolta in modo normale. Come da prassi è stata attivata una valutazione del percorso clinico-assistenziale e dalle prime ricostruzioni risulta che sono state messe in atto tutte le procedure previste in questi casi dalle linee guida accreditate dalla comunità scientifica. La direzione e tutti i professionisti esprimono vicinanza alla famiglia colpita da questa tragedia”.

Gli inquirenti dovranno scoprire la causa del decesso della neonata, avvenuta al Magati. L’episodio è avvenuto dopo una decina di giorni dalla morte della piccola Grace all’ospedale Moscati di Avellino. Anche Grace era una neonata e la mamma non aveva avuto nessun problema durante la gravidanza. I genitori della bimba, come quelli della piccola che nelle ultime ore è morta all’ospedale di Scandiano, sono sotto choc perché mai avrebbero pensato a un funesto epilogo. Il padre di Grace ha detto:

“Mi hanno dato delle informazioni frammentarie e contraddittorie. Resto ancora in attesa di comprendere cosa sia realmente accaduto.

La morte di Grace è avvenuta alle 6 dello scorso 2 giugno. Alessandro, il papà della neonata, non si riesce a dare pace e si domanda perché i medici non hanno subito praticato il taglio cesareo alla moglie quando hanno notato che qualcosa non stava andando per il verso giusto. Intanto sono stati notificati 5 avvisi di garanzia per omicidio colposo ai membri dell’equipe medica del Moscati.

LASCIA UN COMMENTO