Come scegliere il proprio fotografo per matrimonio

0

Quando si organizza il proprio matrimonio si deve fare i conti con mille particolari e prenotare numerosi servizi. Esistono servizi su cui è possibile sorvolare e servizi a cui poche coppie rinunciano. Tra questi vi è sicuramente il fotografo per matrimonio. Il fotografo per il matrimonio è anche uno dei fornitori per il quale è richiesto l’esborso monetario maggiore, appare quindi chiaro che esso vada scelto con la massima attenzione. L’impresa non è poi così ardua se è vi chiaro come muovervi, soprattutto con i consigli giusti.

Per scegliere il vostro wedding photographer per prima cosa selezionate non più di 4 o 5 nominativi di fotografi che come stile vi piacciono e che operano nella zona in cui vi sposerete. Procedete quindi con la richiesta dei preventivi. Quando riceverete le offerte da parte dei fotografi selezionatene solo un paio che vi convincono per quanto riguarda il rapporto qualità prezzo e ricontattateli per fissare un incontro conoscitivo.

L’incontro conoscitivo è fondamentale in quanto vi consente di capire se la persona che avete davanti è il professionista giusto al di la dello stile o della quotazione che avete ricevuto con il wedding photographer deve scattare una sorta di chimica, ricordate che infondo insieme a lui passerete più tempo di quello che passerete con i vostri genitori durante la cerimonia. L’incontro conoscitivo vi permette di capire se vi siete imbattuti in un fotografo abusivo. Questo fotografi avvelenano il settore danneggiando i professionisti anche se per fortuna sono abbastanza facili da scovare.

Per prima cosa i fotografi abusivi non hanno partita iva e questo lo potete capire dal sito internet o dal preventivo stesso. Propongono quotazioni oltremodo vantaggiose e questo perchè non pagano tasse, assicurazioni e lavorano con attrezzatura scadente. Hanno un portfolio con molte foto dagli stili molto differenti tra loro e questo perchè molti scatti sono stati rubati dai siti di altri fotografi. Infine quando gli si pone domande sul preventivo o sulle modalità secondo le quali si svolge il loro lavoro, rispondono in maniera evasiva e fumosa.

Se il fotografo di matrimoni che avete davanti supera tutti questi test, probabilmente è il fotografo giusto. Firmate il contratto, versategli il primo acconto e quindi fategli tutte le domande di cui avete bisogno. Anche quelle che vi sembrano banali o stupide, in fondo vi sposate una volta sola… si spera! Il fotografo dovrà non solo rispondere a tutte le vostre domande ma comunicarvi deadline ed informarsi su quello che sarà il programma del “giorno del Si”.

LASCIA UN COMMENTO