Stufa difettosa in bagno, 14enne sarda folgorata sotto doccia

0
Muore sotto doccia per stufa difettosa: addio a Linda Marrocu

Sconcerto a Escalaplano, in provincia di Cagliari, dove una 14enne è stata fulminata mentre si faceva una doccia. Un dramma improvviso, inaspettato, forse dovuto all’incuria nella manutenzione dell’impianto elettrico

 

La tragedia è avvenuta ieri sera, verso le 11, nel bagno della casa dove la ragazzina viveva assieme al padre e alla madre. Nel bagno è stata ritrovata una piccola stufa difettosa. Gli inquirenti, una volta giunti sul posto, hanno notato che l’impianto elettrico non è a norma.

Sono stati i genitori della 14enne ad avvisare il personale sanitario e i carabinieri. Gli operatori del 118 hanno subito provato a rianimare l’adolescente ma ogni tentativo è risultato inutile. I carabinieri di Jerzu hanno iniziato ad indagare sulla vicenda per ricostruire la dinamica dell’accidente.

Fatale per la 14enne, Linda Marrocu, è stata probabilmente quella stufa vicino alla doccia. Gli inquirenti hanno trovato un po’ d’acqua vicino alla stufetta malfunzionante. Sotto sequestro il luogo dove è morta Linda, ragazza che frequentava l’istituto alberghiero a Villaputzu.

Gli operatori del 118, non appena arrivati sul luogo dell’incidente hanno notato molte bruciature sul corpo della Marrocu, dovute alla scarica di corrente elettrica. Dopo aver preso la scossa, Linda è deceduta per arresto cardiocircolatorio.

La corrente elettrica, purtroppo, ha ucciso molte persone in bagno. L’anno scorso, ad esempio, una 24enne russa, Yevgenia Sviridenko, rimase folgorata nella vasca da bagno. Aveva collegato il suo iPhone al caricabatterie ma, sfortunatamente, l’apparecchio cadde nella vasca e la giovane spirò all’istante. Ad avvisare le forze dell’ordine fu una coinquilina di Yevgenia, che rivelò:

“Ho notato che era già via da un po’. Quindi sono entrata nel bagno e ho visto che galleggiava pallida e ancora tremante per lo choc; il suo iPhone era in carica sul fondo della vasca”.

Anche nel caso della 24enne russa, l’intervento degli operatori sanitari fu vano. Scosse elettriche di tale portata non lasciano quasi mai scampo. Attenzione, dunque, quando siete in bagno, locale decisamente più pericoloso della casa.

LASCIA UN COMMENTO