Torino: marocchino scavalca recinzione aeroporto Caselle, Polaria lo ferma

0
Marocchino scavalca recinzione aeroporto Caselle

Un marocchino ha scavalcato il muro dell’aeroporto di Caselle, tentando di raggiungere le piste ma è stato fermato dagli agenti. E’ accaduto nella notte tra martedì e mercoledì

 

 

26enne con precedenti penali portato al Cie per l’espulsione

Le forze dell’ordine sono intervenute immediatamente perché l’immigrato aveva fatto scattare l’allarme. L’aeroporto torinese è ovviamente sottoposto a un capillare e innovativo sistema di sicurezza. Il giovane era riuscito ad oltrepassare la recinzione, nonostante sia alta 7 metri e difesa dal filo spinato, ma gli uomini della Polaria l’hanno subito fermato. Immediato il trasferimento al Cie per l’immediata espulsione, poiché irregolare in Italia. L’uomo, 26 anni, è una vecchia conoscenza delle forze dell’ordine, in quanto ha precedenti penali per furto, ricettazione e rapina. Stavolta ha rimediato una denuncia per procurato allarme. Ai poliziotti il 26enne aveva detto inizialmente che voleva arrivare a Porta Palazzo; poi ha confessato di voler prendere il primo volo per la Germania.

Comunità marocchina di Torino: la più nutrita d’Italia

Torino è piena di marocchini, anzi possiamo tranquillamente affermare che la comunità marocchina di Torino è la più nutrita d’Italia. A suffragare questa asserzione sono le parole proferite 3 anni fa dall’operatore culturale Emanuele Maspoli, che ha deciso di vivere proprio a Porta Palazzo, nel covo della comunità marocchina:

“La comunità marocchina di Torino è la più grande d’Italia. I dati, risalenti al 2011, sono eclatanti: si parla di 22.500 persone, di cui 20.000 residenti e 2.500 nazionalizzati italiani. Per non parlare dei marocchini che vivono a Torino senza risiedervi ufficialmente. Considerando chi è soltanto domiciliato o addirittura clandestino, il numero sale a 30.000, su una popolazione di 900.000 abitanti. Si può dire che Torino sia divisa in due: la parte nord è abitata in gran parte da marocchini; la maggior parte abita infatti nei quartieri di Porta Palazzo, Aurora e Barriera di Milano. Altri quartieri con forte presenza marocchina sono Borgo Vittoria, Madonna di Campagna, Parella e Borgo San Paolo. Dall’altra parte ci sono quartieri molto italiani e storici come Santa Rita e Crocetta, dove sono tantissime le donne anziane ma pochissimi gli stranieri”.

LASCIA UN COMMENTO