Usa, accoltella fidanzata e posta foto su Facebook: Kenneth Alan Amyx rischia condanna pesante

0
Texas, accoltella compagna e pubblica foto su Fb

Decidono di suicidarsi congiuntamente

Perché nel mondo stanno aumentando gli episodi macabri ed agghiaccianti? Perché si uccide il prossimo con una disinvoltura pazzesca? Il mondo è malato e certi valori, ormai, sono quasi svaniti. Nelle ultime ore due fidanzati americani, di 45 e 43 anni, hanno deciso di suicidarsi contemporaneamente ma lui è sopravvissuto ed ha postato su Facebook sia una foto ritraente la compagna morta, con la gola recisa, che un suo selfie, che lo mostra con il volto pieno di sangue, corredato dalle parole “pregate per noi”. Dopo aver letto l’allarmante messaggio, i parenti della donna, Jennifer Streit-Spears, hanno avvisato la Polizia. Gli agenti si sono subito recati nella casa della coppia ed hanno trovato Jennifer in un lago di sangue; lui, invece, era ancora vivo con il coltello in mano, con cui aveva poco prima ucciso la compagna.

Kenneth Alan Amyx ha precedenti penali

Non si conosce ancora la ragione che ha spinto la coppia al suicidio. L’uomo, Kenneth Alan Amyx, ha rivelato ai poliziotti che è stato il primo a sferrare diverse coltellate alla compagna, uccidendola; lei, senza forze, non è riuscita a fare lo stesso. Kenneth Alan è rimasto così in vita ma adesso dovrà affrontare un processo ed è prevedibile che i giudici emetteranno una condanna pesante, anche perché ha precedenti penali per abusi su minori ed atti osceni in luogo pubblico.

Sembra proprio che oggi ci sia una smania di postare sui social network tutto, anche foto macabre; anzi si cercano situazioni particolari da immortalare e pubblicare. Non è la prima volta, negli Usa, che immagini oscene vengono postate suo social media. Derek Medina, ad esempio, uccise con 8 colpi di pistola la moglie e pubblicò su Facebook l’immagine ritraente il cadavere. A febbraio Medina è stato condannato all’ergastolo. Vicende tristi e allarmanti che fanno riflettere. Perché questa ondata di violenza gratuita nel mondo e questa voglia di apparire sui social sempre e comunque, nel bene e nel male?

LASCIA UN COMMENTO