Valutazione di opere d’arte e quadri antichi

0
Opere d'arte e quadri antichi: come valutarli?

La valutazione delle opere d’arte – ed in particolare dei quadri antichi – è una questione molto interessante per gli appassionati (e non solo). Al giorno d’oggi siamo sempre più convinti, però, che per valutare correttamente un quadro oppure una qualsiasi altra opera d’arte (sotto forma di pittura o scultura) sia necessario essere degli esperti o professionisti del settore. Questo è vero, però, solo in parte: il compito relativo alla valutazione di una opera qualsiasi, che sia dipinto o una scultura, spetta ad una persona sì esperta e qualificata nel settore, ma anche dotata di creatività, buon gusto e capacità di apprezzare le opere d’arte in maniera del tutto personale. Ovviamente, nella valutazione delle opere d’arte e di quadri antichi, la soggettività e l’opinione personale sono importanti perché in un certo senso identificative di qualcosa, ma le cose non stanno sempre così. Non è possibile valutare correttamente un quadro appartenente ad un’epoca storica – diciamo un quadro, ma ciò può essere indicativo di qualunque altro tipo di opera d’arte, come ad esempio una scultura, o un dipinto – senza avere una conoscenza effettiva del contesto storico e della cultura in cui esso è stato prodotto.

Riconoscere correttamente il valore di un quadro antico

Valutare correttamente un’opera d’arte significa essere in grado di riconoscere lo stile di quel determinato artista, il modo in cui questo
stile è stato reso moderno in quel contesto oppure si è ad esso associato
: non possiamo utilizzare gli stessi standard per valutare, ad esempio, un quadro appartenuto all’epoca del Romanticismo ed un’opera d’arte facente parte del periodo del Neoclassicismo. Pertanto, è davvero fondamentale essere in grado di riconoscere le teorie che si celano dietro la realizzazione di quel dipinto: un pittore romantico non utilizza gli stessi concetti di un pittore realista, ed allo stesso modo un
impressionista avrà una percezione della realtà ben diversa da quella di
un pittore del periodo barocco. Queste conoscenze sono fondamentali nella valutazione di un’opera d’arte: più informazioni abbiamo in merito ai quadri antichi che andremo a valutare, migliore sarà la nostra valutazione e più essa si potrà avvicinare alla realtà. Quando si parla di valutazione di opere d’arte e quadri antichi, quindi, si fa riferimento in genere a:

  • Capacità di predisporre di un proprio buon gusto che ci renda quindi
    capaci di apprezzare l’opera d’arte in sé;
  • Conoscenza reale del contesto storico ed artistico di quel
    determinato artista;
  • Capacità di associare il contesto storico in cui il dipinto è stato
    prodotto alla personalità dell’artista per identificare, quindi, la sua
    interiorità oltre che le teorie dalle quali è stato possibile produrre
    l’opera.

LASCIA UN COMMENTO