Vittorio Sgarbi: capra epiteto inviso agli animalisti, denunciato

0
Vittorio Sgarbe: capre epiteto inviso agli animalisti, denunciato

Vittorio Sgarbi usa spesso il termine capra quando attacca i suoi detrattori e nei suo discorsi. Ecco perché l’associazione animalista Aidaa ha deciso di denunciarlo

 

Abbiamo sentito molte volte Sgarbi che, riferendosi ad alcuni interlocutori, dice “capre!”. Beh, l’utilizzo di tale sostantivo gli è costato un bella denuncia. L’associazione italiana per la difesa degli animali, infatti, ha deciso di presentare un esposto contro il noto critico d’arte, sostenendo che deve essere accertato dai pm “se l’uso spregiativo del termine ‘capra’ che lo stesso critico d’arte usa a sproposito non sia un incitamento al maltrattamento di animali, oltre che un uso scorretto della lingua italiana, visto che la capra è uno degli animali più intelligenti che esistano”.

Il sottoscrittore dell’esposto, Lorenzo Croce, dopo aver sottolineato che quella degli animalisti è una provocazione, ha proposto a Sgarbi di andare a vivere alcuni giorni con i pastori per verificare, pascolando le capre, che tali animali sono intelligenti.

Sgarbi ha usato sempre il suo sarcasmo per replicare agli animalisti dell’Aidaa:

“Ringrazio l’Aidaa condividendo pienamente le loro posizioni. Infatti, avendo evitato di legare al sostantivo capra qualsiasi aggettivo, ho sempre inteso capra come un complimento, considerando di molto inferiori alcuni uomini. Suggerisco, comunque, all’Aidaa di fare un esposto anche a Gesù Cristo che, identificandosi nel buon pastore, ha riconosciuto negli uomini le sue pecore”.

L’avvocato di Sgarbi, Giampaolo Cicconi, ha voluto precisare che il suo assistito non ha commesso nessun reato poiché per l’ordinamento italiano gli animali sono beni mobili.

Il critico d’arte ha usato il sostantivo capra anche dopo l’ischemia cardiaca che lo ha colpito recentemente, per tranquillare i suoi fan.

“Capre, sono qui”, ha affermato l’ex assessore alla Cultura di Urbino, facendo intendere di essere vivo e vegeto.

Ricordiamo che Sgarbi ha avuto un malore, nelle settimane scorse, mentre si stava recando a Roma con la sua auto. Provvidenziale è stato l’immediato ricovero all’ospedale di Modena.

LASCIA UN COMMENTO