Allattamento al Seno Fa Bene al Bebè e alle Casse dello Stato

Allattamento al Seno Fa Bene al Bebè e alle Casse dello Stato

0
Allattamento al Seno Favorisce Risparmio per lo Stato

Pediatri, ginecologi, ed esperti hanno sempre raccomandato alle neomamme di allattare al seno perché fa bene al bebè e a loro stesse. Ebbene, secondo un recente studio, allattare al seno fa bene anche al SSN

 

I pediatri di 5 società scientifiche hanno ricordato in un documento che allattare al seno fa bene al bebè e alle casse dello Stato. Ebbene sì. Oltre ad essere una panacea per il benessere del neonato, l’allattamento al seno fa ridurre i costi sanitari. Ne sono certe le società scientifiche pediatriche italiane Sin, Sip, Sigenp, Sicupp e Simp.

Il TAS del Ministero della Salute ha voluto promuovere la redazione del documento per sensibilizzare operatori del settore e famiglie sull’importanza dell’allattamento al seno, che dà grandi benefici al neonato, facendolo crescere sano e forte. Il documento mette anche in evidenza che allattare al seno comporta una forte riduzione dei costi per il Servizio sanitario nazionale. Ogni bimbo non allattato al seno costa allo Stato 140 euro l’anno. Non poco.

E’ stato scoperto che se negli Usa l’80% delle neomamme allattassero al seno i propri figli per almeno 6 mesi si eviterebbero non solo molte morti, dovute ad esempio a patologie respiratorie, ma si risparmierebbe una somma ingente, pari a circa 10.5 miliardi di dollari. Il risparmio per lo Stato, se la maggior parte delle donne allattasse al seno, sarebbe forte anche in Gran Bretagna.

“Il Documento nasce dalla necessità di tracciare una linea d’azione comune agli operatori del settore ma di riferimento anche alle famiglie. Bisogna promuovere l’allattamento materno prolungato ed esclusivo nel primo semestre di vita. Fa parte di un percorso nutrizionale che deve proseguire con un divezzamento equilibrato e bilanciato nelle varie componenti e poi nelle età successive”, ha dichiarato Riccardo Davanzo, neonatologo e presidente del Tavolo Tecnico Allattamento del Ministero della Salute. Della stessa opinione anche Giovanni Corsello, presidente SIP, che ha detto: “Servono percorsi sociali di sostegno alle donne che allattano, che non creino ostacoli alla sua prosecuzione anche quando le donne riprendono il lavoro”.

Le neomamme devono essere indubbiamente più tutelate dalle istituzioni. Favorire l’allattamento al seno significa promuovere un sano sviluppo dei bebè.