Torino, bimba rom annega nello Stura per recuperare palla

0
Torino, bimba nomade annega

Mentre a Torino si festeggiava San Giovanni, una bimba di 11 anni è morta annegata nelle acque dello Stura, torrente che bagna la zona settentrionale del capoluogo piemontese. E’ accaduto ieri, dopo le 19. La bimba viveva nel campo rom di strada Germagnano e stava giocando assieme ad alcuni amici sulla riva del torrente. All’improvviso la piccola è caduta in acqua ed è annegata. Un bimbo ha subito chiesto aiuto e un adulto si è tuffato in acqua per salvare la minorenne.

Gli operatori sanitari sono subito accorsi sul luogo della tragedia, iniziando a rianimare la giovane; questa è stata poi trasportata all’ospedale Regina Margherita dove, però, i medici non sono riusciti a salvarle la vita. La bimba rom è morta per arresto cardiaco: il suo cuoricino non ce l’ha fatta. Pare che la giovane fosse figlia unica, visto che i suoi due fratelli maggiori erano morti in Romania a causa di un incidente stradale.

Le forze dell’ordine hanno avviato le indagini per ricostruire l’esatta dinamica dell’episodio: è probabile che la bimba sia finita in acqua per riprendere la palla. Ieri, a Torino, si festeggiava il patrono, c’erano i fuochi pirotecnici e c’era una bimba che stava morendo. Una brutta storia che certamente farà riaprire i dibattiti sui campi nomadi in Italia.

LASCIA UN COMMENTO