Lousiana, poliziotti uccidono afroamericano

0
Louisiana, poliziotti freddano 37enne afroamericano

Un altro afroamericano, in Louisiana (Usa) è stato ucciso da un poliziotto. La vittima si chiamava Alton Sterling, aveva 37 anni ed era padre di 5 figli. La vicenda alimenterà sicuramente le polemiche sui soprusi dei poliziotti americani verso le persone di colore.

Alton Sterling freddato durante una colluttazione con gli agenti

Il 37enne afroamericano, secondo le ultime informazioni, sarebbe stato ucciso dai poliziotti in occasione di una colluttazione. Gli agenti si erano fermati vicino all’auto di Sterling e, per cause da accertare, lo hanno colpito con un taser, facendolo cadere a terra; poi lo hanno ucciso con una pistola vera. Tutto questo è accaduto a Baton Rouge, in Louisiana, uno Stato dove vivono molte persone di colore, spesso oltraggiate dalla Polizia. Alcuni agenti hanno riferito che Alton Sterling aveva con sé una pistola; i poliziotti, dunque, per difendersi sono stati costretti a premere il grilletto. Il presidente della filiale del NAACP a Baton Rouge ha chiesto al capo della Polizia di dimettersi, a seguito dell’uccisione dell’afroamericano 37enne. Sterling era innocente ed è stato ucciso da un poliziotto boia e cinico che si è improvvisato giustiziere della notte.

Video mostra agenti mentre sparano all’afroamericano

C’è un video a testimoniare la violenza usata dai poliziotti contro il povero Alton. Si vedono bene i due che sparano al ragazzo, che si trovava per terra. Il filmato ha subito fatto il giro del web ed è stato condiviso moltissime volte, scatenando non poche polemiche. Ancora una volta, un afroamericano innocente è stato trucidato da poliziotti boriosi ed arroganti. Ancora un abuso di potere della Polizia americana.

Legale famiglia afroamericano: “Video solleva interrogativi preoccupanti”

Una cosa è certa: Sterling è morto e tuttora molte domande sono senza risposta. Il legale della famiglia dell’afroamericano ucciso dai poliziotti, Edmond Jordan, ha affermato che il video della sparatoria solleva interrogativi preoccupanti:

“Credo che la città dovrà darci buone risposte, ma non so se sarà in grado di farlo… La famiglia di Sterling ha visto il video della sparatoria e attualmente è sopraffatta dal dolore”.

Dal video, fatto da una persona che ha assistito alla scena, è possibile notare che i poliziotti, non appena hanno visto l’afroamericano in macchina, lo hanno invitato ad uscire; poi con il taser lo hanno gettato a terra ed hanno fatto fuoco. Una fine terribile quella di Alton Sterling, che lascia 5 bimbi. La Polizia di Baton Rouge ha rivelato che il video dell’uccisione dell’afroamericano non è stato inviato alla Polizia ma è stato pubblicato online e inviato a numerosi siti web di notizie.

Poliziotti sospesi dal servizio

La Polizia di Baton Rouge ha reso noto che gli agenti coinvolti nella vicenda sono stati sospesi dal servizio. E’ la prassi in questi casi. Al termine delle indagini si deciderà se farli tornare in servizio o no. Il coroner William ‘Beau’ Clark ha rivelato alla CNN che, dall’esame autoptico è emerso che Alton Sterling è morto per le ferite da arma da fuoco sulla schiena e sul petto. Entro 60/90 giorni verrà inviato alla Polizia anche il referto di un’autopsia più accurata.

Sterling era soprannominato ‘l’uomo del CD’ perché amava la musica: vendeva CD e DVD davanti al negozio dove è stato ucciso. L’afroamericano, a detta del suo legale, era un ragazzo mite e generoso, e per questo molto amato nella comunità. Alton non meritava un trattamento del genere.

LASCIA UN COMMENTO