Meningite, nuovo caso nell’empolese: si va verso la vaccinazione obbligatoria?

0

Un nuovo caso di infezione da meningococco C nell’empolese getta dubbi sulla profilassi da seguire. Il Sindaco di Montelupo Fiorentino, uno dei comuni centrali nell’epidemia, lancia un monito che è anche una proposta: la vaccinazione obbligatoria nell’empolese. Non vogliamo allertare gli abitanti, tacciandolo con l’epiteto di lazzaretto; certo è che il Valdarno resta la zona più colpita, con quattro morti dall’inizio dell’anno a causa della virulenta infezione da menignococco C. Oltre a ciò, bisogna aggiungervi l’indifferenza degli abitanti ai tanti inviti ad effettuare il vaccino. Questa reticenza ha fatto si che nell’empolese la maggioranza degli adolescenti non risultasse ancora vaccinata e dunque bersaglio della meningite.

L’ultimo caso nell’empolese, risale al giorno di Pasqua. Un ventisettenne non vaccinato è stato ricoverato in gravi condizioni all’Ospedale San Giuseppe di Empoli. Solo otto giorni fa vi era stato il ricovero di un 37enne di Montelupo e l’otto febbraio era stata colpita da meningite una donna di Campi Bisenzio. In merito all’ultimo caso, è stata già effettuata la profilassi sui colleghi bancari del giovane e si raccomanda anche a coloro che hanno frequentato il locale Antica Trattoria Del Turbone il giorno 22 marzo, principalmente dalle ore 20 alle 21.

Intanto, le analisi sul territorio stanno cercando di dare una spiegazione alla virulenza ed alla violenza del virus in un lembo di terra tanto preciso, quasi ci fosse una spiegazione ambientale, un’anomalia da verificare, nella zona del Valdarno.

Al momento, la vaccinazione resta l’unico strumento per proteggersi dal meningococco C. Renderla obbligatoria potrebbe evitare il rischio di esposizione ed eliminare reticenze e paure. Del resto, il vaccino è assolutamente sicuro e dopo la sua assunzione sono estremamente limitati gli effetti collaterali che si limitano ad un senso di spossatezza e di sonnolenza, legati, in rari casi, a qualche linea di febbre o dolori diffusi, tutti sintomi che scompaiono in un brevissimo lasso di tempo. Vaccinarsi ci tutela e salva gli altri. 

 

 

LASCIA UN COMMENTO