Fabrizio Bracconieri ricoverato: vittima incidente stradale a Trapani

Fabrizio Bracconieri ricoverato: vittima incidente stradale a Trapani

0

Il popolare attore e conduttore romano Fabrizio Bracconieri è rimasto vittima di un incidente stradale in Sicilia. Secondo le ultime informazioni, Fabrizio era in auto assieme ai figli quando, all’improvviso, è cozzato contro una vettura guidata da una donna.

L’incidente sarebbe stato causato da uno stop non rispettato. Bracconieri e i figli, di cui uno affetto da autismo sono stati subito trasportati presso l’ospedale Sant’Antonio Abate, poco distante da Trapani. L’incidente è avvenuto nel centro del capoluogo siciliano, nei pressi di un incrocio. Ora l’ex protagonista de “I ragazzi della terza C” è ricoverato nel reparto di ortopedia. I medici lo stanno sottoponendo ad accertamenti del caso.

Fabrizio Bracconieri vive in Sicilia da diversi anni per permette al figlio Emanuele di curarsi, visto che, come detto, è affetto da autismo. L’anno scorso, l’attore, conduttore e cabarettista aveva confessato di essere finito nel tunnel della depressione, in quanto aveva anche dovuto dire addio a Forum, trasmissione condotta da Rita Dalla Chiesa, in cui vestiva i panni di usciere. Fabrizio ha cercato di proiettarsi anche nel mondo della politica, candidandosi alle Europee con Fratelli d’Italia, ma ha ottenuto scarso successo. Bracconieri è un mattatore sul palco ma ha mostrato più volte di essere molto interessato al mondo della politica. In queste ore, ad esempio, ha pubblicato molti tweet inerenti al referendum in Grecia.

L’anno scorso, Bracconieri si scagliò nientemeno che contro il premier Renzi, visto che quest’ultimo aveva parlato di possibili tagli ai bonus per chi ha disabili in famiglia. “Non toccare i disabili, perché giuro che ti vengo a cercare e ti scartavetro. Non è un consiglio è una minaccia… Se vuoi denunciami”. Con queste parole, pubblicate su Twitter, Fabrizio si rivolse al premier Renzi.

L’attore e conduttore tv parlò di suo figlio Emanuele anche durante intervista a Verissimo: “E’ un ragazzino autistico grave. Da ben 10 anni segue una terapia che costa 2.400 euro al mese, e due conti devo pure farli. Le famiglie che hanno figli con gravi handicap si trovano nella triste situazione di dover scegliere se mangiare o se curare i propri figli. Da anni mi batto perché le istituzioni ci aiutino, ma le istituzioni sono assenti”.

Sempre soffermandosi sulla difficile situazione in cui si trovano gran parte delle persone che hanno un disabile in famiglia, Bracconieri asserì: “Lo Stato se ne frega e certi malati necessitano assistenza continua. Io sono stato fortunato dal punto di vista professionale, ma un lavoratore normale come fa a garantire un futuro a un figlio in queste condizioni?”.

Fabrizio, come ogni genitore, darebbe tutto per i propri figli. E’ per questo che si è trasferito a Trapani. Il figlio autistico sta seguendo un percorso terapeutico che sta dando i primi risultati. Qualche mese fa, ‘Bruno Sacchi’ disse in merito: “Pochi giorni fa ha imparato ad andare in bagno da solo. Sembra una cosa semplice ma è una gioia immensa”. E’ proprio il grande amore per il figlio disabile che spinge Bracconieri ha scrivere post al vetriolo e alquanto volgari contro il premier Matteo Renzi. A gennaio, ad esempio, pubblicò tweet del tipo “Comincia a guardarti intorno te lo avevo promesso non toccare mai i disabili!! Grazie alle Iene ho capito che sei una merda”, oppure “Ti salvi solo se mi fai carcerare, te lo giuro!! Denunciami o me te magno”.

Auguriamo a Fabrizio Bracconieri una pronta ripresa. Emanuele ha bisogno di lui.