“Fantasticherie di un passeggiatore solitario”: opera prima Paolo Gaudio in sala

“Fantasticherie di un passeggiatore solitario”: opera prima Paolo Gaudio in sala

0
Fantasticherie di un passeggiatore solitario al cinema

Oggi, 26 novembre, esce nelle sale italiane “Fantasticherie di un passeggiatore solitario”, primo film diretto dal giovane e promettente Paolo Gaudio. La pellicola si è aggiudicata il Grand Prix alla Samain du cinema fantastique di Nizza.

“Fantasticherie di un passeggiatore solitario” è il perfetto connubio di animazione stop motion e live action. L’opera prima di Gaudio narra la storia di 3 persone diverse che, però, sentono il bisogno di libertà ed hanno in comune il piacere per un libro abbandonato.

I protagonisti del primo film di Gaudio, classe 1981, sono uno studente, un poeta e un bimbo che si è perso nel bosco.

Parlando della sua ‘fatica’, Paolo ha spiegato:

“Fantasticherie di un passeggiatore solitario è la mia opera prima, e non poteva essere altrimenti. È una favola sul senso di colpa e sul fallimento, nella quale ho provato a inserire tutti quegli aspetti che caratterizzano il mio cinema. L’evento assurdo o fantastico, per esempio, che arriva a sconvolgere la vita di persone comuni trascinandole all’interno di avventure impossibili o al cospetto di personaggi sopra le righe. Evento inaspettato e inspiegabile, che non conosce razionalità e non può essere realistico in alcun modo, soltanto credibile. E ancora l’amore per la scrittura fantasy, che concede a ogni personaggio una stratificazione infinita: c’è un mondo intero dietro ogni carattere. Scrivendo di uno, in realtà, si racconta di cento, di generazioni intere”.