Beppe Grillo rinconquista libertà con “Grillo vs Grillo”, ma non lascia M5S

0
Grillo lascia il M5S? No, vuole solo riconquistare la sua libertà con il cabaret

Beppe Grillo non fa un passo indietro ma un passo di fianco. Il leader del M5S torna ad esibirsi in teatro perché vuole riconquistare la sua libertà. Non vuole, però, che si parli di un suo addio al MoVimento

 

Il comico e politico genovese sa bene che il M5S, la sua creatura, è in grado di proseguire il suo percorso autonomamente e per questo pensa di tornare al suo primo amore: il cabaret.

Il numero uno del M5S ha precisato nel corso di un’intervista al Corriere della Sera:

“Non mi sto allontanando, diciamo che faccio un passo di fianco. Ma sono sereno perché ho voglia di riconquistare la mia libertà…”.

Il comico ligure ha presentato il suo spettacolo “Grillo vs Grillo”, che porterà sia a Milano (4 serate al Linear Ciak dal prossimo 2 febbraio) che a Roma (Teatro Brancaccio). Il nuovo show è una sorta di cura per Grillo:

“Avevo anche ipotizzato di andare io da un analista, ma avrei dovuto pagare un estraneo. Invece ho pensato che era meglio far venire migliaia di estranei da me facendo pagare loro qualcosa. Mi è sembrata la soluzione più semplice”.

Come si articolerà lo show del comico ligure? Beh, sarà un mix di novità e ritorno alle origini. Grillo ha spiegato al riguardo:

“Ci saranno dei robot in scena, degli oggetti su cui proietterò dei filmati, e inoltre ci sarà il mio ologramma che finirà per rappresentare quella schizofrenia di cui sono rimaste vittime le persone. E poi riproporrò le cose che facevo un tempo sul palco: suonerò la chitarra, come all’inizio della mia carriera, e ci saranno momenti di cabaret. In sostanza racconterò in breve la mia storia, che poi mi ha condotto alle grandi svolte”.

Ovviamente, lo spettacolo di Grillo non potrà non includere cenni all’esperienza nel M5S. Il comico ripercorrerà la sua carriera e rimarcherà le tappe fondamentali che hanno portato alla creazione del MoVimento.

LASCIA UN COMMENTO