De Benedetti esorta Renzi a modificare Italicum

0
De Benedetti voterà

Il presidente del Gruppo L’Espresso, Carlo De Benedetti, ha esortato il premier Matteo Renzi a cambiare l’Italicum. Se il primo ministro italiano non apporterà modifiche alla sua proposta, De Benedetti voterà “no” al referendum costituzionale.

Minoranza rischia di prendersi tutto

Il numero uno del Gruppo L’Espresso ha affermato nel corso di un’intervista al Corriere della Sera:

“Il combinato disposto della proposta di modifica costituzionale e di una legge elettorale pensata per un sistema bipolare in un sistema tripolare, consente a una minoranza anche modesta di prendersi tutto, dalla Camera al Quirinale. E’ un pericolo che l’Italia non può correre”.

Insomma, Carlo De Benedetti ha fatto intendere che, se la Consulta non interverrà, o Renzi non apporterà modifiche all’Italicum, sarà costretto a votare “no” al referendum confermativo:

“Spero di non essere costretto a votare no. La riforma ha molti aspetti positivi, ma se l’Italicum non cambia esprimo la mia contrarietà. Per questo mi auguro che intervenga la Consulta, o che la cambi prima Renzi”.

Per De Benedetti Renzi è un fuoriclasse

Il giudizio di Carlo De Benedetti su Renzi, comunque, non è negativo. L’imprenditore ricorda al premier che dovrebbe riconquistare tutti i consensi persi ed attuare misure importanti come la nazionalizzazione di banche inefficienti. Nonostante le critiche, tra De Benedetti e Renzi c’è gran feeling. L’ingegnere ha più volte lodato l’ex sindaco di Firenze, fidandosi del suo carisma e delle sue capacità. In occasione dei suoi 80 anni, l’ingegnere venne intervistato dal Corriere della Sera e disse di Renzi:

“Mi sono ricreduto, Renzi è un fuoriclasse. Per 4 motivi. Innanzitutto p molto intelligente, mentre Berlusconi è furbo”.

De Benedetti ha descritto Renzi come un personaggio politico energico, un po’ come Fanfani negli anni ’50 (paragone un po’ azzardato?). Il premier inoltre, secondo l’ingegnere, è una spugna in quanto “assorbe tutto”. Di economia non sa molto ma apprende velocemente. Insomma, per il buon Carlo De Benedetti, nonostante tutto, solo Renzi può salvare l’Italia. Che ne pensate?

LASCIA UN COMMENTO