Quarto, Grillo difende sindaco: “M5S non condizionato dalla camorra”

0
M5S, Grillo difende sindaco Quarto

Il Pd attacca il M5S per il presunto caso di infiltrazione della camorra a Quarto, comune amministrato da un sindaco grillino. Il MoVimento, però, si difende e sottolinea che mai nessun grillino ha ceduto alla camorra

 

Il leader del M5S, Beppe Grillo, ha scritto nelle ultime ore sul suo blog:

“La camorra non condiziona il M5S di Quarto e il sindaco non ha mai ceduto alle richieste dell’ex consigliere”.

Grillo ha pubblicato un post contenente 8 domande e 8 risposte sulla vicenda di Quarto, balzata ultimamente agli onori della cronaca. In merito a De Robbio, il politico e comico genovese ha detto:

“De Robbio è stato espulso una decina di giorni prima che ricevesse l’avviso di garanzia”.

Insomma, Grillo ammette che Del Robbio si è comportato in mondo anomalo e illecito ma sottolinea che il MoVimento aveva allontanato prima che ricevesse l’avviso di garanzia. Inoltre il leader pentastellato afferma che il M5S di Quarto non è stato mai condizionato dalla camorra, anzi sindaco e amministrazione sono parti lese, non essendosi mai arreso alle pressioni politiche dell’ex consigliere De Robbio.

Sulla vicenda è intervenuto su Facebook anche il deputato grillino Alessandro Di Battista:

“Provano a confondere le acque. Infangano perché sono abituati ad avere fango addosso. Spaventano perché sono terribilmente spaventati. E sarà sempre peggio. Da qui alle amministrative i loro attacchi si intensificheranno”.

Di Battista, riferendosi allo ‘sporco’ atteggiamento del Pd, ha aggiunto in un post intitolato “Accusano noi ma condannano loro!” e condiviso anche da Luigi Di Maio, vicepresidente della Camera:

“Proprio oggi, mentre il Pd fa partire l’ennesima macchina del fango contro il M5S, viene condannato Ozzimo (ex assessore Pd a Roma) per Mafia Capitale. Che pena, hanno favorito la crescita di fenomeni mafiosi nella Capitale, candidano condannati ovunque, hanno salvato dall’arresto il senatore NCD Azzollini, fanno leggi anti corruzione che di ‘anti’ hanno solo il nome, e ancora parlano”.

LASCIA UN COMMENTO