Roma, Meloni auspica intesa con Salvini e Berlusconi: “Non mi frega della leadership nel centrodestra”

0
Meloni vuole compatezza nel centrodestra

Meloni è scesa in campo per le prossime amministrative capitoline ma vorrebbe un centrodestra compatto, insomma auspica il sostegno di Lega Nord e Forza Italia

 

 

 

“Di appelli ne ho fatti tanti”

Nel corso di un’intervista rilasciata a ‘Mattino 5’, la leader di Fdi ha fatto intendere che le piacerebbe se Salvini e Berlusconi appoggiassero la sua corsa per diventare sindaco di Roma:

“La possibilità che sulla candidatura a sindaco di Roma si trovi un’intesa tra Berlusconi, Meloni e Salvini fosse per me sarebbe al 100%. Anche Salvini vuole ricucire e mettere a posto la cosa, e Berlusconi è un uomo estremamente intelligente che sa fiutare. Non dipende solo da noi, io di appelli ne ho fatti tanti. Speriamo che non cadano tutti nel vuoto. Abbiamo dato un segnale di responsabilità e spero non venga letto come un segnale di debolezza. Non lo è, anzi. E’ un segnale di costruire e non distruggere. Io ho un solo nemico, che è questo governo. Vorrei mandare a casa questo governo e ridare anche a Roma un governo dignitoso”.

Armonia con Berlusconi

Giorgia ha puntualizzato che non ha mai litigato con Berlusconi, anzi l’ultima volta che si sono visti c’è stato un commiato gentile:

“L’ultima volta che ho sentito Berlusconi è stato il giorno in cui ho annunciato la mia candidatura e ci siamo lasciati con toni estremamente cordiali. Ci siamo detti: ‘Aspettiamo di vedere cosa accade e risentiamoci con calma’. Certe decisioni è più facile prenderle quando si sono calmate le acque. Dopo qualche giorno si smussano le cose e si capisce che non ha senso che noi ci si divida. Un parricidio di Silvio Berlusconi da parte di Giorgia Meloni e Matteo Salvini nella partita per la poltrona a sindaco di Roma non avrebbe alcun senso, è un tentativo assolutamente forzato: a me della leadership del centrodestra non frega assolutamente nulla”.

LASCIA UN COMMENTO