Vigilessa reclutava ragazze per centro massaggi a luci rosse

0

foto-vigilessaCaso che ha destato molto scalpore nel capoluogo siciliano di Palermo, ove, Anna T., una vigilessa di 42 anni è stata accusata di aver reclutato giovani donne, per un centro massaggi a luci rosse in via Petrarca, intascando 1/5 del ricavato della prestazione.
Giudicata colpevole dal Gup Nicola Aiello per sfruttamento della prostituzione, accettando il patteggiamento chiesto dall’imputata, la pena della donna per le udienze preliminari di Palermo è stata di 1 anno e 7 mesi di reclusione, più una multa pari a 200,00 €.

L’arresto avvenuto un anno fa fece particolarmente scalpore in quanto oltre all’agente di polizia municipale, smascherò nomi di donne insospettabili, tra cui studentesse e casalinghe, reclutate nel centro massaggi, oltre a clienti abituali del centro massaggi di rilievo, come politici, medici e imprenditori. Nella stessa sentenza sono stati condannati 9 imputati, tra cui il titolare del centro massaggi, ad 1 anno e 8 mesi di carcere e la figlia di questi, a 1 anno e 6 mesi. Per tutti la pena è per ora sospesa.

Michela Galli

LASCIA UN COMMENTO